Giornata da cuochina… e di Amiche🥰

Ho fatto le lasagne per la mia amica Carole e marito. Ci tenevo, mi ha aiutata tanto durante il trasloco così le ho preso un pensierino che le ho fatto trovare vicino al piatto, una cosa molto british come piace a noi 😁 Poi ho fatto le patatine perché ne va ghiotta, poi qualche stuzzichino e per finire la panna cotta con un pochino di zucchero. Oh era contenta, io di più soprattutto perché le lasagne stavolta erano commestibili. Non sono molto cuoca, di fatti mi chiamano la cuochina triste. Non ho molto il senso del salato, e neanche dello zuccherato, per me è tutto molto relativo. Fosse per me non userei né l’uno né l’altro ma da me protestano quindi… Vado a gusto che non ho, difetto sempre!!!

Poi abbiamo attaccato i quadri, ne mancava ancora qualcuno, e con oggi ho finito tuuuuutto tutto. Persino il mobiletto degli attrezzi ora è perfetto. Il bello è che c’erano persone che prima del trasloco mi dicevano “eeeeh ti ci andranno mesi prima che tutto sia a posto…” Non mi conoscono bene, anzi per niente. Ho un senso del dovere maniacale, piuttosto non mangio ma porto a termine tutto cosa incomincio, figuriamoci casa mia😁

E poi leggo un post che mi ha dedicato Silvia, che amica è? Quella che ti scrive sapendo che ti fará felice appena leggerai… perché sa già come sará la tua giornata. Lei sa sempre tutto…

Poi guardi WhatsApp e ti arriva un regalino da Liza di Cheliza che adoro, molto!

Domanda, se questo non è bene puro che cos’è???

Giornata impegnativa…

Buongiorno a tutti, oggi Paola sarà impegnata, ha dei cari amici a pranzo e chi la conosce sa quanto ci tiene e quanto cucinare la preoccupa in questi casi, considerando anche le altre cose da fare….quindi più o meno la situazione sarà questa….

Donna-tuttofare_-300x200

beh no, veramente il biberon almeno non le serve! 😉

Comunque tra un po’ sarà ora di pranzo ed eccola pronta a servire i suoi amici:

ICAM Ciocopasticceria - speakofus

ma se la caverà alla grande, come sempre del resto, anche se in questi casi quello che più conta è la compagnia, quindi sicuramente sarà un successo!

photo

Buona giornata Paola! 🙂

Silvia

Potarmio Ippopotamus risponde al mio scritto…

Cara Mad, lasci che nel frattempo la ringrazi per avermi coinvolto in tanta sentita richiesta d’aiuto. Sarò soltanto un ippopotamo ma mi creda, ho intelletto da vendere.

Per quanto riguarda la sua intimità violata che dire… Ne è rimasta stupita da cosa dice e questo ha stupito anche me. Sa, ci sono volte in cui una mamma ippopotama dopo il parto non riconosce il suo cucciolo e lo uccide, ma vede l’istinto spesso porta a fare cose errate. Siamo animali, cosa pretendere? Fatto è che voi umani siete dotati sia d’intelletto che di ragione, arrivate ad uccidere senza batter ciglio. Passate sopra i sentimenti di chiunque, calpestate qualsiasi cosa qualora il vostro desiderio di apparire vinca su qualsiasi altro ragionamento. E lei se ne stupisce ancora, il che ha dell’incredibile, davvero.

Si rassereni, lei non ha di che temere. Le sue verità odorano di schiettezza lontano chilometri, non c’è nulla di sovrastrutturato o fasullo. Il suo mondo, snocciolato parola dopo parola, non necessita di plausi o grandi riconoscimenti poiché, a differenza di altri, lei è morta e risorta tante, troppe volte. Chi rinasce da una morte apparente di cos’altro necessita ancora se non di sé stessa?

Mi addolora la separazione dai suoi bunnies, non dev’essere cosa semplice da digerire, comprendo. Se la conforta posso dirle che in dono noi ippopotami possiamo stare in superficie e sott’acqua, questo a garanzia del fatto che saremo in grado di proteggerla da sotto a sopra, da sopra a sotto. Certo non saltiamo come grilli, non abbiamo lunghe orecchie e neanche un manto morbidoso ma… Abbiamo grandi bocche, e un cuore ben proporzionato.

Ma guardi che bella sorpresa, il nostro incontro mi è giunto davvero inaspettato. Le prometto che ci sarò, in tutti i suoi momenti di difficoltà emotiva. So che non ama la primavera, che detesta l’estate e che tende a rifugiarsi nel mondo della fantasia per vincere le sue insicurezze. Insieme ce la faremo anche questa volta, e vedrà sarà divertente. Non permetterò a nessuno di rubarmi, stia tranquilla. Un ippopotamo non è facile da sistemare come un coniglio, e chi tenterà di farlo questa volta avrà pane per i suoi denti.

Per quanto riguarda i suoi scheletri, mi conceda tempo per poter meglio comprendere…. Occorre comprendere per poter dire, di solito taccio se non ho la matematica certezza d’aver capito bene. Tempo al tempo….. Nel frattempo me li saluti, sa il rispetto va sempre e comunque dato, non crede? Ora la lascio, vado a riposare. Tutta questa storia mi ha molto emozionato……

Con stima e affetto.

Potarmio.

Houston ho un problemino😯

Crich, crach, cr, cr, bzzzzzzzzzz, gnack…

Oh, ste linee interstellari, mai che funzionino a dovere! Accidenti Houston ho un problema, mi sentite? Pronto?

Niente da fare, mi sa che devo risolverlo da sola. Ordunque, il mio ippopotamo Potarmio non va molto d’accordo con i miei scheletri, e questo è un gran casino! Si è nascosto…. sssshhhhhh crede di non essere visto eppure…..

Loro vogliono fare amicizia come ai tempi fecero con i bunnies…

Strategia? Travestirsi in qualcosa di buono, d’altronde lo fanno un po’ tutti no? Poi, sotto sotto….

Scheletrini amici cari, portate pazienza… Potarmio deve ancora conoscervi, ci va tempo. Le amicizie funzionano così, nel tempo e con sincerità 🥰

Buona serata Houston, come al solito mi arrangio😁

Gentile.mo Sig. Potarmio Ippopotamus,

Capisco benissimo il suo disappunto, ma mi creda è bene che le spieghi il fattaccio prima che le sue deduzioni volino verso terre inospitali.

No, lei non sta sostituendo i miei bunnies, le garantisco che non è così. Ora le spiego meglio. Da piccola chiamavo a raccolta i miei conigli nei momenti di difficoltà emotiva. Cosa vuole che le dica, era un modo per alleviare il male che dovevo talvolta sopportare. Mi confortava l’idea di avere degli amici pellicciosi, saltellanti nonché immaginari che dessero man forte ai miei scheletri. Arrivavano in occasione delle feste che mal digerivo e in caso appunto di un certo tipo di sofferenza che non sto qui a dire. Crescendo ho mantenuto fede a questa sciocca abitudine che attuo nei momenti di stanchezza eccessiva. Mi diverte, lei non immagina nemmeno quanto mi fa star bene. Ad ogni modo, proseguiamo.

Purtroppo, e non so se nel regno ippopotamesco accada la stessa cosa, ci sono esseri detti “umani” (io li definisco bipedi senza cervello… No non zombies Sig. Potarmio, non mi offenda la categoria per cortesia. Ho detto presunti umani bipedi senza cervello!) che di tanto in tanto rubano idee a chi le ha confezionate con tanto amore e in tempi assai dolorosi. Lo so, lo so, non faccia quell’espressione di disgusto perché tanto non ci si può far nulla, e la smetta di tentare la fuga legandosi palloncini ovunque. Prenda coscienza del suo dolce peso e resti qui con me. Dicevo, accade che qualcuno rubi appunto le mie cose facendo a mio avviso una graaaaaan brutta figuraccia, sa perché? Perché è come tentare di rubare il dolore altrui per… Ecco Sig. Potarmio il perché non lo so, è un perché a me del tutto sconosciuto perché vede, è vero che la mia vita passata non mi ha dato molto ma una cosa me l’ha data e impeccabile, si chiama fantasia. Grazie alla mia fantasia ho vinto cose che lei nemmeno può immaginare, come nessuno tranne la sottoscritta potrebbe mai immaginare. Dunque capisce bene Sig. Potarmio che prendere i miei bunnies e lavorarci su non è una gran bella trovata perché il dolore degli altri va semplicemente rispettato e taciuto nel massimo rispetto! Eh questi tempi… moderni… cosa non si fa per sentirsi “al top” dei vertici voyeristi.

Oh, che prolissa che sono, mi scusi. Ecco, intendo con questo scritto chiederle se posso contare sul suo aiuto, rubare un ippopotamo che pesa un tantino forse è cosa ardita. Lascerò i bunnies per un po’, giusto il tempo di comprendere che forse, un domani, potranno tornare in me. Al momento non mi riesce, violata l’ intimità di una persona nulla è più come prima.

Certa che riceverò il suo appoggio (la vedo sorridere dunque leggo positivamente cosa), le porgo i miei più sentiti ringraziamenti. Ora è tempo di bucare i suoi palloncini, starà qui con me, compreso il pennuto… Qui c’è posto per gli amici veri.